Resoconto primo incontro AREP.

Resoconto primo incontro AREP.

Incontro con i cittadini 9 ottobre 2019

Il 9 ottobre 2019 a Casal Monastero si è svolto il primo incontro con i cittadini con la nosta Associazione AREP (Associazione Regionale Edilizia PEEP), incontro partecipato ricco di spunti e riflessioni sulla tematica relativa agli immobili PEEP in particolare del Comune di Roma.

Di seguito il resoconto su alcuni importanti punti e proposte condivise con i presenti:

-Unificazione atto unico per chi ha entrambe richieste Trasformazione/Affrancazione (nel documento di calcolo dell’affrancazione viene riportato l’importo della trasformazione).

-Apertura tavolo tecnico per individuare lo stato di ogni singolo Piano di Zona relativamente allo stato della “Trasformazione”.

-Stipula dell’atto con il quale si modifica il precedente (Trasformazione e/o Affrancazione), atto che potrà essere rogato dal Segretario Comunale, con spese a carico dei richiedenti secondo lo schema nuova convenzione PEEP, introiti per le casse comunali risparmio per i cittadini.

-Modifica con menzione su nuovo atto “Affrancazione” di svincolo da P.M.C. e da tutti i vincoli derivanti sia da vendita sia da locazione a libero mercato.

-Al momento della ricezione dell’istanza di affrancazione e/o trasformazione, ottenimento della ricevuta con l’indicazione del responsabile del procedimento, il numero di pratica e di protocollo. Comunicazione in base lg. 241/90 (art.9 e 9bis) per le istanze di trasformazione.

-Comunicazione in base lg. 241/90 (art.9 e 9bis) dello stato di lavorazione delle istanze di trasformazione.

-Relativamente a nuova convenzione Trasformazione/Affrancazione abolizione, per i 14 PdZ e i prossimi 10 in attesa di delibera, della dicitura “salvo conguaglio finale” su art. 3 nuovo atto convenzione.

-Revisione in basso dei valori venali dei terreni, vista l’oggettiva insostenibilità dei costi per la trasformazione, alcuni dei quali vicini al PMC.

-Comunicazione all’interessato in base alla L. n. 241/90 delle pratiche di affrancazione/Trasformazione con nomina Commissari ad acta.

-Cristallizzazione dei costi di trasformazione al momento della chiusura del Piano, senza ulteriori aumenti nel tempo in modo da permettere un identico costo tra i cittadini che trasformano in tempi differenti all’interno dello stesso piano di zona.

-Rispetto del limite massimo di 6 mesi per il compimento della procedura di affrancazione, smaltimento arretrato con una procedura apposita unico modo per sanare il pregresso.

-Rendere operativa la procedura di calcolo online per le aff.ni, (nello stesso documento si evince l’importo della trasformazione),inoltre una volta on line renderla “certificata” e valida a tutti gli effetti (come una determina dirigenziale), da intendersi accettata con il pagamento dell’importo risultante. Questa procedura eliminerebbe tutta la fase di calcolo attuale,i tempi diminuirebbero esponenzialmente, permettendo di concludere la procedura nei 6 mesi previsti da delibera.

L’Associazione è a disposizione per incontri in qualsiasi parte di Roma e provincia.

End